Fextract si propone come sistema di supporto per il terapeuta alla prese con paziente sideropenico o chiaramente anemico. 

La gestione del paziente con carenza di ferro e/o anemico deve tener conto delle eziologie concomitanti, in primis la condizione gastrointestinale, per verificare l'alternativa "soft"

La classica terapia marziale è disponibile a prezzi contenuti, ma comporta costi del trattamento dei disturbi di breve e lungo termine, 

mentre Fextract è un approccio "one-shot" 

Per il terapeuta

 

Piano terapeutico

In caso di carenza di ferro/anemia vanno confrontata efficacia e tollerabilità, spesso di segno opposto, e considerare l'alternativa "soft"

 

DIAGNOSI DI ANEMIA O CARENZA DI FERRO

La condizione anemica si verifica se la concentrazione di emoglobina nel sangue è inferiore a 13 g/dl nell’uomo e 12 g/dl nella donna, e quando il numero di globuli rossi scende al di sotto di 4,5 mio/μl.

FERRO ORALE - SOGGETTI TOLLERANTI

Sono in grado di assumere ferro orale, tuttavia si espongono a questi rischi:

  • Esacerbazione di disturbi gastrointestinali, con possibile aggravamento della malattia infiammatoria intestinale, colon irritabile, ecc.

  • Possono manifestarsi effetti collaterali dose-dipendenti: nausea, dolore, diarrea o stipsi, ecc.

  • Peggioramento del microbioma enterale, con esposizione a fisdibiosi di medio o di lungo periodo

  • Danno alla mucosa intestinale con potenziale mutagenico-tumorale, di particolare impatto per soggetti a rischio oncologico

  • Interferenza con farmaci e alimenti, che costringe ad un'attenta assunzione fuori dai pasti o da alcune medicine

FERRO ENDOVENA - SOGGETTI INTOLLERANTI IL FERRO ORALE

Il ferro è immesso direttamente nel torrente ematico, ma: 

  • Può produrre reazioni allergiche sul sito di infusione ma anche a livello locale

  • Produce un picco di ferro sistemico, può creare pesanti effetti collaterali (cefalea, malessere, vampe)

  • Si effettua solo in strutture ospedaliere, richiede il ricovero del paziente in day-hospital con personale e attrezzature di rianimazione

  • Implica un costo elevato per il paziente e/o per la comunità​​​​​​ (SSN)

FEXTRACT - APPROCCIO ALTERNATIVO ALLA TERAPIA MARZIALE

Adatto per soggetti intolleranti al ferro orale e poco inclini al ferro endovena (vedi pagina successiva)​​

Fextract 

 

Rapporto costo/beneficio

La terapia marziale è disponibile a prezzi contenuti, ma nel conto entrano i costi per i disturbi di breve e lungo termine, mentre Fextract è un approccio "one-shot" 

 

Fextract 

L'APPROCCIO ALTERNATIVO ALLA TERAPIA MARZIALE 

  • Di facile uso, da assumere in corrispondenza dei pasti principali, che inoltre:

  • Determina un graduale incremento dell'emoglobina, purchè venga osservata una certa regolarità nell'uso

  • Migliora lo status gastrointestinale, dove la sottrazione di ferro enterale in Fextract si concilia con tutte le terapie dei malati cronici aventi l’anemia quale comorbidità invalidante.

  • Non interferisce con i farmaci, ulteriore vantaggio rispetto al ferro orale, il quale interferisce con diverse molecole farmacologiche, ad esempio vari antibiotici, formando precipitati insolubili.

  • Ottimo rapporto costo/beneficio​ ​​

Fextract si propone come sistema di supporto per il terapeuta alla prese con paziente sideropenico o chiaramente anemico.

Il rapporto costo/beneficio, oltre che in termini immediati, va fatto sul confronto del costo della terapia marziale sommato ai rimedi per i guasti di breve (stipsi o diarrea) e di medio periodo, che impongono spesso il riequilibrio intestinale con probiotici. 

Tixupharma Srl
Via Belvedere 10
24016 San Pellegrino Terme (BG) - IT
P.IVA: 04376360162

© 2019 by TIxupharma